CAMPIONI SENZA FRONTIERE: COSTRUIRE LA CULTURA DELL’ACCOGLIENZA ATTRAVERSO LO SPORT, L’INCONTRO E L’ATTIVITÀ DI RETE

2. Aprile 2019
Thea Wenk

Costruire la cultura dell’accoglienza attraverso lo sport, l’incontro e l’attività di rete CHAMPIONS ohne GRENZEN e.V. (Campioni senza frontiere) è un’organizzazione non lucrativa di utilità sociale che si propone di contribuire a una cultura sostenibile dell’accoglienza dei rifugiati in Germania. Oltre a supplire con proprie iniziative alla carenza di attività sportive che svolgano anche la funzione di medicina preventiva, Champions ohne Grenzen opera in collaborazione con associazioni di sport ricreativi per rifugiati, organizzando occasioni di incontro e scambio con la popolazione locale per contribuire a cambiare la situazione.

Unire le competenze I fondatori dell’organizzazione sono soggetti locali operanti nel settore socio-pedagogico, socioassistenziale, culturale, sociale e delle scienze della comunicazione, che lavorano insieme ai rifugiati già inseriti nelle attività di progetto per agire contro l’emarginazione sociale dei rifugiati a Berlino e nel Brandeburgo. Grazie alle proprie esperienze di studio e di lavoro, il personale locale dispone di adeguate conoscenze e capacità nei vari settori ed è quindi in grado di svolgere le fasi di lavoro necessari per la gestione dell’associazione. I rifugiati coinvolti nelle attività, dal canto loro, dispongono per motivi autobiografici di competenze specifiche in tema di migrazione, fuga, asilo e cultura sociale delle proprie regioni d’origine.

Evidenziare i punti di contatto CHAMPIONS ohne GRENZEN e.V. non si limita a offrire progetti propri ma è principalmente un soggetto che funge da punto di incontro dell’impegno politico, sociale e sportivo, stimola lo scambio e l’intesa tra le parti e individua nuovi campi d’azione.

Far sentire la propria voce Grazie al background professionale e alla pluriennale esperienza del team nei settori dell’istruzione, dell’integrazione e dello sport, i rifugiati ricevono il sostegno necessario che li aiuta ad esprimere la propria personalità e sono in grado di dare un contributo attivo e creativo al proprio immediato contesto abitativo.

Le attività dell’associazione sono indirizzate sia ai rifugiati, sia al grande pubblico dei gruppi maggioritari della popolazione di Berlino.