“FLÜCHTLING”: RIVISTA PER LO SCAMBIO MULTICULTURALE

2. Aprile 2019
Thea Wenk

“I rifugiati non hanno voce”: lo conferma uno studio sulla rappresentazione dei rifugiati nei media condotto dal Prof. Dr. Hestermann della Hochschule Macromedia.

Ma non sempre è così: fa eccezione la rivista “Flüchtling” (“Profugo”) di Amburgo, fondata come periodico online nel febbraio 2017 dal giornalista siriano rifugiato Hussam Al Zaher. Da allora Al Zaher e il suo team di 24 collaboratori volontari raccontano qual è la situazione dei profughi in Germania. “La rivista ha lo scopo di dare voce ai rifugiati, e lo fa in tedesco”, spiega il giornalista.

La rivista online www.fluechtling-magazin.de è uno strumento di scambio e comprensione multiculturale: si tratta di una piattaforma che mira a favorire il dialogo paritario tra rifugiati e tedeschi. I primi parlano della propria cultura, esprimono i propri pensieri, narrano dell’integrazione e delle esperienze fatte in Germania. Molti dei testi pubblicati sono scritti dai profughi stessi. Vengono inoltre pubblicate online interviste, descrizioni di progetti dei e per i rifugiati, consigli di natura legale, ricette e fatti d’attualità.

La rivista “Flüchtling”, e il relativo profilo Facebook https://www.facebook.com/fluechtlingmagazin/ con oltre 12.000 follower, sono anche una piattaforma di scambio culturale che mira a favorire la comunicazione tra rifugiati e tedeschi e ad abbattere barriere, pregiudizi e timori reciproci.
Nel febbraio 2018 è stata pubblicata la prima versione cartacea della rivista, in ottobre la seconda; per quest’anno sono previsti altri 4 numeri. C’è anche una novità: il progetto “tandem”, in cui rifugiati e tedeschi scrivono articoli insieme.
Il team della rivista è ben felice di ricevere il sostegno di PARTECIPARE.iNTEGRAZIONE!